Il mercato dell’arte in Italia: Cambi apre un dipartimento di auto

Tuta di Michael Schumacher. Courtesy Cambi, Genova

Tuta di Michael Schumacher. Courtesy Cambi, Genova

GENOVA, Italia – La casa d’aste genovese Cambi ha aperto un nuovo dipartimento dedicato alle auto e moto d’epoca, il primo in Italia. ACN ha intervistato al riguardo Matteo Cambi, fondatore della casa d’aste.

Q: Da dove nasce l’idea di aprire un dipartimento dedicato alle auto e moto d’epoca?

R: Da un’attenta analisi di mercato e anche dalla considerazione che numerosi nostri clienti, sia italiani che stranieri, sono appassionati e/o collezionisti del mondo motoristico.

Q: Quando e dove si terrà la prima asta? Quante saranno le aste ogni anno?

R: Terremo un’asta inaugurale del dipartimento nella prima settimana di Dicembre esclusivamente online, per poi debuttare con le tradizionali aste tra la fine di febbraio e l’inizio di marzo nella nostra sede di Milano. Intendiamo realizzare due aste l’anno, e valutare la realizzazione di aste specifiche per eventuali collezioni importanti.

Q: È il primo dipartimento del genere in Italia. Da dove deriva questa mancanza?

R: È un campo interessante che presenta risultati rilevanti in paesi come l’Inghilterra e gli Stati Uniti, dove c’è una tradizione in questo settore. Allo stesso tempo ci rendiamo conto che sicuramente ha una gestione complessa sotto l’aspetto degli spazi, e questo può essere un deterrente, inoltre è un mercato che necessita di un’approfondita conoscenza del settore, dei collezionisti e dei numerosi modelli di veicoli e automobilia. Infine, è necessario disporre di una clientela di acquirenti estera, poiché soprattutto negli ultimi anni i clienti di auto e moto d’epoca sono stranieri.

Q: Che cosa offrirà questo nuovo dipartimento di Cambi? Su che cosa punterete?

R: Considerato che siamo una casa d’aste italiana, e che il nostro paese ha una storia motoristica tra le più ricche a livello mondiale, desideriamo puntare in prevalenza sui marchi e i prodotti italiani. Oltre alle auto e moto d’epoca, tratteremo le supercars e le moto moderne prestigiose da collezione, e gli oggetti di automobilia (tute e caschi di piloti, trofei, cimeli, documenti cartacei,ecc.)

Q: Ci può anticipare qualche highlight che Cambi offrirà alla prima asta?

R: Alle nostre prime aste proporremo articoli legati al mondo Ferrari, alcuni dei quali esclusivi e rari perchè inerenti alla Formula 1, così come automobili moderne da collezione quali esempio due esemplari di Alfa Romeo Roadster Zagato (vettura prodotta in meno di 300 esemplari) dei primi anni ’90. Inoltre avremo motociclette dei marchi Moto Guzzi (anteguerra) e Vespa (fine anni ’40 primi anni ’50) che, oltre ad essere importanti e celebri marchi a livello mondiale, hanno un’origine genovese come la nostra casa d’aste.

Q: Quali sono le auto e moto d’epoca più richieste? Quali sono i loro prezzi?

R: Le automobili più richieste a livello internazionale sono legate ai celebri marchi Ferrari, Alfa Romeo, Maserati, Bugatti, Mercedes, Zagato, Carrozzeria Touring, e presentano valori che possono andare dalle diverse centinaia di migliaia di euro sino a diversi milioni per singola vettura. Bisogna dire che l’acquisto di un veicolo d’epoca, sia che costi milioni di euro che diverse decine di migliaia di euro, se è ben effettuato rappresenta un investimento economico interessante, tanto che l’automobile d’epoca viene considerata un ottimo bene rifugio.

Q: Per un collezionista che si appresta a entrare in questo mercato, quali sono le cose da sapere e a cui prestare attenzione? Che tipo di investimento è necessario?

R: Per un collezionista che si affaccia su questo mercato, le cose da sapere sono molteplici.

Innanzitutto bisogna distinguere se si acquista per il piacere di possedere l’oggetto, o per investimento, poiché le scelte avranno una natura differente. Detto questo le principali valutazioni da farsi sono inerenti allo stato della vettura, in quanto i valori di acquisto sono ben differenti se è perfettamente restaurata o se necessita restauro. Per possedere un veicolo d’epoca e goderne la passione, possono bastare anche 10.000-15.000 euro per un’automobile e 5.000-10.000 per una motocicletta.

Q: Quali sono le vendite storiche eccezionali nell’ambito delle auto e moto d’epoca?

R: Negli ultimi anni si sono susseguite diverse vendite eccezionali. Sono numerose le vetture che hanno quotazioni superiori al milione di euro, e negli ultimissimi anni i valori stanno crescendo tanto che alcune vetture storiche e prodotte in pochissimi esemplari (Ferrari in primis) hanno raggiunto cifre record tra i 10 e i 25 milioni di euro.

Per maggiori informazioni visitare il sito www.cambiaste.com


ADDITIONAL IMAGES OF NOTE


Tuta di Michael Schumacher. Courtesy Cambi, Genova

Tuta di Michael Schumacher. Courtesy Cambi, Genova

Accendino Zippo prodotto per il marchio 1000Miglia, 2009. Courtesy Cambi, Genova

Accendino Zippo prodotto per il marchio 1000Miglia, 2009. Courtesy Cambi, Genova

JR, Dipinto Aerografo Alfa Romeo Tipo 8C 2900B Berlinetta Touring 1938, 100x70 cm. Courtesy Cambi, Genova

JR, Dipinto Aerografo Alfa Romeo Tipo 8C 2900B Berlinetta Touring 1938, 100×70 cm. Courtesy Cambi, Genova

Vespa TAP - Troupes Aéro Portées, 1956-59. Courtesy Cambi, Genova

Vespa TAP – Troupes Aéro Portées, 1956-59. Courtesy Cambi, Genova